Al momento stai visualizzando Social: una piccola guida per gestirli al meglio

Social: una piccola guida per gestirli al meglio

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Blog

Spesso la gente mi chiede: qual è il miglior social per fare marketing? La mia risposta è sempre la stessa: Dipende!

Ma dipende da cosa?

  • Il tuo target
  • i tuoi obiettivi aziendali e di vendita

Purtroppo è fondamentale conoscere a chi ci stiamo rivolgendo perché solo così potremmo capire dove andarlo a cercare. Anche gli obiettivi aziendali e di vendita ci forniscono delle direttive importanti: la scelta dei mezzi di comunicazione da utilizzare, infatti, è diversa in base all’obiettivo che si intende raggiungere in un determinato momento. Dopo aver analizzato il nostro target (a chi ci stiamo rivolgendo) e aver stabilito i nostri obiettivi aziendali (migliorare la qualità del rapporto con il cliente/aumentare le vendite/ aumentare la brand reputation), possiamo decidere quali social usare, i contenuti da pubblicare e il linguaggio da utilizzare.

Scelta dei Social: meglio pochi, ma buoni!

Quale Social scegliere?

Se decidi di aprire una pagina Social DEVI dedicare ad essa del tempo. Non puoi aggiornarla una volta al mese o abbandonarla dopo i primi post. Devi creare dei piani editoriali (ne parleremo tra poco) per ogni social utilizzato. Gestire una pagina social non è assolutamente facile e per questo il mio consiglio è di affidarvi a dei professionisti e non a vostro cugino tuttofare. Come scegliere i social migliori per raggiungere il tuo scopo? Immagina le persone alle quali hai deciso di rivolgerti e cerca di capire quali sono i social che frequentano maggiormente. In giro per il web è facile trovare statistiche sull’argomento. Per esempio, se il tuo target ha un’età compresa tra i 15 e i 18, sicuramente Snapchat e Instagram saranno i tuoi strumenti principali per dialogare con loro. Insomma, sembra una scelta banale, ma è da essa che dipenderà la tua capacità di raggiungere o meno il tuo pubblico.

Linguaggio: formale o informale?

Scherzoso, serio, confidenziale, formale, insomma… come ci rivolgiamo ai nostri consumatori? In generale, a meno che non si tratti di qualche istituzione o studio professionale, consiglio sempre un tono informale che metta a proprio agio il consumatore e che rafforzi il rapporto con esso. Un po’ di humor (sempre sobrio) non guasta, ma attenzione: evitate assolutamente argomenti scottanti come questioni politiche e sociali di una certa importanza, sono un arma a doppio taglio. Parla in seconda persona e riferisciti direttamente al tuo cliente: migliora certamente la qualità del rapporto.

Contenuti: come organizzarli?

I contenuti sono importanti: cosa condivide dice chi sei, quali sono i tuoi valori e i tuoi obiettivi. Attraverso i contenuti puoi comunicare la qualità dei tuoi prodotti e stringere un rapporto più intimo con i consumatori. Foto, Video, immagini, post testuali, sono questi gli strumenti da utilizzare sui social. Piccolo consiglio: prediligi i contenuti visuali (quindi foto, video e immagini, magari accompagnati da qualche riga di testo): essi attirano maggiormente l’attenzione e coinvolgono di più.

“Organizzazione” è la parola chiave!

Un altra domanda che spesso mi fanno è: con quale frequenza pubblicare?

Premessa: non esiste una risposta univoca, ma, indipendentemente da ciò, è fondamentale che i contenuti siano di valore. Un post deve trasmettere qualcosa su di te ai tuoi lettori, deve coinvolgerli; non ha senso pubblicare solo per riempire la pagina. Chi legge deve trarre un valore dai tuoi contenuti (che sia una risata o un’informazione importante) e attraverso di essi conoscerti e capire chi sei. Per questo non puoi lasciarli al caso: costruisci un piano editoriale per calendarizzare quando e cosa pubblicare durante tutta la settimana o mese. Per approfondire leggi l’articolo su Come Creare un Piano Editoriale di Successo.

Una piccola guida per coinvolgere il tuo pubblico

Coinvolgere il pubblico non è affatto semplice nel contesto attuale così pervaso da stimoli. Come fare? La parola chiave è creatività.

1) Analizza i Competitors

Scopri cosa fanno i tuoi avversari e distinguiti: non vorrai essere banale, vero?

2) Crea contenuti interessanti

Scopri cosa piace al tuo pubblico e cosa potrebbe interessarli: Google Trends può esserti molto utile allo scopo. Questo strumento gratuito ti consente di esaminare le ricerche più frequenti di una particolare frase o parola chiave.

3)Punta su immagini e video

Evita troppi post testuali e investi tutto sulla creazione di immagini e/o video: attirano maggiormente l’attenzione e coinvolgono di più il consumatore.

4) Crea eventi offline e online, contest e concorsi.

Per entusiasmare il consumatore potresti organizzare degli eventi online e offline, delle fiere, delle dirette, dei concorsi in cui metti in palio dei prodotti.

Spero di averti chiarito alcuni aspetti della gestione dei social e di averti fornito una guida pratica utile per semplificarti il lavoro!