Al momento stai visualizzando 3 cose da sapere sull’estetica di un E-commerce

3 cose da sapere sull’estetica di un E-commerce

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Blog

Nelle settimane precedenti abbiamo parlato di burocrazia e di gestione di un e-commerce, ma, affinchè la nostra attività online sia perfetta e conduca le persone a completare un acquisto, dobbiamo anche preoccuparci del suo aspetto e del suo grado di attrattività. Le regole di un negozio virtuale sono diverse rispetto a quelle che adotteresti in un negozio fisico: mentre in quest’ultimo caso si potrebbe dar vita ad un’esperienza multisensoriale, nel caso di un E-commerce il senso privilegiato è certamente la vista. Come attirare l’attenzione di un consumatore monosensoriale?

Le 3 cose che devi assolutamente sapere

Analisi del Target: le differenze culturali sono importanti

La prima cosa da sapere se decidiamo di costruire un E-commerce internazionale è che in un’analisi del target dobbiamo considerare anche le differenze culturali. Se decidiamo di vendere i nostri prodotti in Oriente non possiamo assolutamente strutturare il nostro negozio online come un E-commerce destinato a consumatori occidentali. Non si tratta di alcuna forma di razzismo, ma semplicemente di differenze culturali. Un classico esempio riguarda la scrittura e la lettura: noi occidentali siamo abituati a leggere e scrivere da sinistra verso destra. I nostri amici orientali, invece, hanno una tipologia di scrittura e lettura che prosegue esattamente al contrario: da destra verso sinistra. Inoltre, hanno due diverse metodologie per impostare un testo: in colonne verticali o orizzontalmente “alla occidentale”.

Questi aspetti apparentemente banali, come vedremo più avanti, sono fondamentali per strutturare al meglio un Ecommerce che sia attrattivo per il target di riferimento. Come vedremo, le differenze culturali sono importanti anche per quanto riguarda la scelta del colore. Conclusione: comprendere pienamente il nostro target in tutte le sue sfaccettature è fondamentale!

Nulla deve essere lasciato al caso

Dalla posizione del logo, all’impaginazione, fino alla scelta dell’immagine nell’homepage: nulla deve essere lasciato al caso. La decisione su tutti questi aspetti non può essere presa in modo adeguato senza una completa analisi del nostro target che DEVE rappresentare sempre il primo step di ogni strategia che si rispetti. Non possiamo sperare di giungere a risultati soddisfacenti senza aver prima compreso le caratteristiche del nostro pubblico di riferimento. Fatta questa breve premessa, ogni scelta deve essere fatta con cura:

  • Posizione del logo: il consiglio è quello di posizionarlo in alto a sinistra. Perchè? L’occhio è abituato a leggere da sinistra a destra dall’alto verso il basso: questo significa che il primo punto che verrà osservato sarà quello in alto a sinistra. ATTENZIONE: se il nostro target è orientale, le regole cambiano!
  • Call to action (CTA) attraente e ben visibile: la “call to action” è un invito a compiere una determinata azione. Non importa quale sia il suo scopo, che spinga il visitatore a leggere un articolo o ad acquistare un prodotto: l’importante è che sia ben visibile, attraente (sia nel colore che nel font) e coerente con l’immagine di marca. Per stimolare al massimo il visitatore è consigliabile inserire più “call to action” all’interno della singola pagina. Un altro consiglio è quello di inserire un immagine o un simbolo direzionale per attirare l’attenzione del visitatore verso la tua call to action.
  • Immagine nell’homepage: la scelta della corretta immagine da inserire nell’homepage del tuo E-commerce è strettamente legata al tuo target. Optare per una figura umana piuttosto che per un oggetto inanimato attira maggiormente l’attenzione del visitatore, ma questo non basta. Per coinvolgerlo emotivamente è importante che il soggetto/i soggetti rappresentati nell’immagini abbiano caratteristiche simili al target al quale ci stiamo rivolgendo.
  • Navigazione Intuitiva: è fondamentale che il visitatore, in qualunque pagina si trovi, sia in grado di muoversi facilmente all’interno del tuo sito. Dunque, è importante che il menù di navigazione sia ben visibile e presente in tutte le pagine del sito.

La scelta dei colori è importante

Come già detto, in un E-commerce l’unico senso attraverso il quale possiamo coinvolgere il nostro consumatore è la vista. Il colore è una caratteristica in grado di colpire il nostro inconscio attraverso molteplici vie e una di queste ci consente di elicitare gli altri sensi, conducendo il visitatore verso un inaspettato viaggio multisensoriale. Come sfruttare al meglio il colore nel nostro E-commerce?

Colori ed emozioni

E’ risaputo che i colori possono influenzare le nostre emozioni e i nostri stati d’animo. E per questo le aziende scelgono dei colori per la loro immagine aziendale che siano coerenti con la propria attività e le caratteristiche di posizionamento che si prefiggono. Questa stessa scelta deve essere fatta anche per gli E-commerce che devono essere un prolungamento della comunicazione aziendale. Come sfruttare il colore per suscitare determinate emozioni e immagini mentali? L’immagine sottostante ci fornisce una panoramica completa del legame tra colori ed emozioni: è consigliabile effettuare degli A/B test per ogni singolo caso al fine di trovare la combinazione perfetta per il vostro E-commerce.

colori ed emozioni

Colori e cultura

Come già detto in precedenza, le differenze culturali sono fondamentali se decidiamo di vendere all’estero. Se il nostro target comprende anche soggetti di culture molto diverse dalla nostra è importante informarsi sulle associazioni e immagini mentali diffuse in quella determinata cultura. Un esempio banale (ma poi non tanto) riguarda proprio la percezione emozionale dei colori. Per esempio, mentre in occidente il rosso è associato al coraggio e all’eccitazione, in Cina, per esempio, il rosso è sinonimo di ricchezza. Un altro esempio più plateale riguarda il bianco: mentre noi siamo abituati a percepirlo come simbolo di purezza, in oriente è connesso al lutto.

Ti è piaciuto l’articolo? Rimani aggiornato: seguimi sui social (Facebook e Instagram) e scopri quando uscirà il test finale sul minicorso E-commerce!

Non hai letto i due articoli precedenti? Preparati al test!

Vendere online: ecco tutto quello che devi sapere

Gestire un E-commerce: dal dropshipping al magazzino