Al momento stai visualizzando Gestire un E-commerce: dal dropshipping al magazzino

Gestire un E-commerce: dal dropshipping al magazzino

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Blog

Dopo la pubblicazione dell’articolo sugli aspetti burocratici e fiscali che si celano dietro l’apertura di un’ecommerce (clicca qui per leggere l’articolo), oggi parleremo di cosa avviene dopo aver ottenuto tutte le autorizzazioni: come gestiamo la logistica? Come organizziamo il magazzino? Conviene affittarne uno o è più economico affidarsi ad un servizio di dropshipping? Gestire un E-commerce non è affatto semplice, ma di certo non è impossibile.

Finalmente abbiamo la Partita Iva e le autorizzazioni…Adesso??

Abbiamo affrontato il diabolico iter per aprire la Partita Iva e avviare la nostra attività di vendita online… e adesso? Dobbiamo dar vita concretamente al nostro business. Un consiglio che mi sento di dare, a chiunque intenda aprire un qualsiasi tipo di attività, è di creare una strategia a priori. Mettetevi comodi, prendete carta e penna (anzi comprate un quaderno o un’agenda che vi servirà a questo scopo) e cominciate a concretizzare. Sembra un processo banale, ma per passare dall’idea all’azione vi è molto di più di un semplice “ma che ci vuole”.

Organizza una strategia!

In questa fase, scrivete qualsiasi cosa vi venga in mente, deve essere un esercizio di “pensiero libero”, dovete focalizzarvi sugli obiettivi che intendete raggiungere e solo dopo potrete decidere i mezzi per realizzarli. Se la nostra intenzione è creare un piccolo e-commerce rivolto ad una nicchia di consumatori molto specifica è inutile acquistare i prodotti da vendere e affittare un magazzino: possiamo fare una scelta migliore e affidarci ad un servizio di dropshipping.

Che cos’è il dropshipping?

Il dropshipping è un modo indiretto di gestire il magazzino. Come funziona? Lo stoccaggio dei prodotti da noi venduti non avviene in un luogo fisico di nostra proprietà, ma sarà gestito direttamente dal produttore o dal venditore all’ingrosso. Dunque, l’acquirente comprerà la merce che gli interessa dal nostro sito e-commerce, noi incasseremo un parte di questi soldi, mentre l’altra verrà destinata direttamente al pagamento del nostro fornitore, il quale invia la merce al cliente finale. In questa situazione, non dobbiamo investire tempo e denaro nella gestione di magazzino, non dobbiamo acquistare prodotti che non siamo sicuri di vendere e neppure occuparci delle spedizioni, ma la la scelta dei fornitori è fondamentale per non rischiare brutte sorprese.

Avere un proprio magazzino: come organizzarsi?

Se decidete che il dropshipping non fa al caso vostro potete sempre affittare un magazzino, ma la situazione si fa certamente più complessa. Questa scelta comporta un aumento delle spese e delle responsabilità: avrete bisogno di un piccolo capitale per acquistare tutti i vostri prodotti e per le spese fisse del primo periodo; inoltre, dovrete armarvi di tanta pazienza per sistemare e organizzare il tutto.

Gestione E-commerce

Ecco qualche piccolo consiglio per non perdervi nel caos:

  • ordinate bene gli scaffali, catalogate ogni prodotto e aggiornate spesso l’inventario: per essere veloci è fondamentale avere una corretta organizzazione degli spazi;
  • scegliete con cura il servizio di spedizione: guardate le recensioni online (vi consiglio Trustpilot.it, ottimo sito di recensioni) e affidatevi al servizio più serio,celere e cortese che trovate. Ultimo monito: assicuratevi che sia possibile tracciare il pacco!
  • scaricate un buon software gestionale che vi consenta di gestire l’intero processo di vendita, dall’ordine alla fatturazione, e che vi permetta di effettuare confronti per comprendere al meglio la cerscita del vostro business.
  • Affidatevi ad un buon commercialista con esperienza nel settore.

La resa dei conti: i pro e i contro

Dunque, adesso dobbiamo tirare le somme… Cosa conviene fare? Avere un proprio magazzino o affidarsi al dropshipping? Anche in questo caso dobbiamo dire che non esiste una risposta univoca: dipende dagli obiettivi che vorrete raggiungere. Ciò che posso fare è illustrarti i pro e i contro di entrambe le opzioni.

Dropshipping: pro e contro

  • Pro: meno spese, meno responsabilità, più tempo a disposizione, non hai bisogno di un capitale iniziale;
  • Contro: dovrai affidare la totalità del tuo business a degli estranei che saranno responsabili anche della tua reputazione agli occhi dei clienti.

Magazzino in proprio: pro e contro

  • Pro: gestione totale del tuo business, hai i tuoi spazi e i tuoi prodotti. Non corri il rischio che qualcuno rovini ala tua reputazione a tua insaputa (occhio ai corrieri!)
  • Contro: tante spese fisse (affitto, utenze, acquisto prodotti, eventuali stipendi di dipendenti, etc.), piùresponsabilità, meno tempo a disposizione.

Che dire? Ogni opzione comporta dei pro e dei contro e anche in questo caso dovrete fare una scelta vicina alle vostre esigenze. A questo punto non mi resta che darti un piccolo consiglio: inizia a testare il mercato con il dropshipping e, se il business crescerà, mettiti in proprio e affronta le spese che comporta un magazzino.

Ti è piaciuto l’articolo? Allora seguimi sui Social: tra poco arriverà il test per scoprire quanto ne sai sulla Gestione di un E-Commerce!